Questo articolo è stato aggiornato il

Da mercoledi 11 luglio 2012 sarà possibile effettuare la registrazione di domini con estensione .IT, contenenti gli accenti nel nome di dominio; (ad esempio, www.papà.it, www.velocità.it, etc).

Pertanto, l’anagrafe dei domini .IT, cambia ed accoglie i nomi a dominio IDN (Internationalized Domain Name), ovvero quelli che contengono al proprio interno lettere accentate. Alcuni Registrar hanno già aperto oggi, domenica 8 luglio 2012, le prenotazioni per registrare domini IDN.

Altra novità comunica da Registro.it, è quella che il suddetto cambiamento non riguarda solo 27 Paesi dell’Unione europea, bensi anche tutti i Paesi SEE (Spazio Economico Europeo), e Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Vaticano, Repubblica di San Marino e Svizzera. «Perché questa è la seconda novità: il .it riesce così ad andare oltre l’Unione europea, acquista più internazionalità e abbatte le barriere virtuali della Rete».

Che cosa sono gli IDN?

Idn (Internationalized Domain Names) è la sigla che identifica il sistema che permette di registrare nomi a dominio con lettere accentate e caratteri non latini.

Modalità di apertura alla registrazione

L’apertura delle registrazioni Idn e’ fissata per le ore 14:00 dell’11 luglio.

Le operazioni relative agli Idn saranno accettate SOLO sulla piattaforma Epp ad esse dedicata, denominata epp-idn.nic.it, che sara’ attiva dalle ore 14:00 del giorno 11 luglio sino alle ore 14:00 del giorno 18 luglio.

Durante questo periodo, su questa piattaforma potranno essere effettuate tutte le classiche operazioni sui nomi a dominio, ad eccezione delle operazioni di “transfer domain“, “transfer-trade domain” e “trade domain“.

Sara’ possibile effettuare giornalmente fino a 3.000 operazioni di “check domain” e 3.000 operazioni di “create domain”.

Dopo le ore 14:00 del 18 luglio, la piattaforma epp-idn.nic.it sara’ dismessa e TUTTE le operazioni Idn potranno essere effettuate sulle piattaforme epp.nic.it e epp-deleted.nic.it, secondo le attuali regole di registrazione.

Contestualmente al lancio degli Idn, a partire dalle ore 14:00 del giorno 11 luglio, saranno operative anche le seguenti modifiche regolamentari:

  • apertura delle registrazioni .it ai paesi See (Liechtenstein, Norvegia, Islanda) e allo Stato del Vaticano, alla Repubblica di San Marino e alla Confederazione Svizzera;
  • riduzione del periodo di pendingTransfer da 5 a 3 giorni.

Il Registro Italiano ha pubblicato inoltre un video che spiega il funzionamento dei domini IDN, visualizzabile a questo indirizzo.

Una novità senz’altro molto interessante, ma che fa presagire una serie di problemi soprattutto per brand e marchi di un certo livello (google, facebook, twitter, etc) che potrebbero essere registrati da utenti in altre combinazioni, sfruttando i domini accentati. Staremo a vedere…!