Questa guida è stata aggiornata il

In questo tutorial scoprirai cos’è un hosting, il significato, la traduzione, come funziona, come sceglierne uno, quanto costa e molto altro ancora!

Se hai deciso di iniziare la tua avventura sul web, oltre ad occuparti della creazione del sito c’è un’altra cosa che devi assolutamente conoscere, si chiama Hosting (o Web Hosting).

Nel tutorial di oggi ti avvicinerei a questo nuovo mondo ed imparerai molte nozioni, tra le più importanti ti spiegherò prima di tutto cos’è un Hosting e il significato (oltre alla definizione e la traduzione), a cosa serve e come funziona un web hosting. Ti illustrerò inoltre quali sono le varie tipologie presenti sul mercato e quali sono le principali differenziazioni. Per finire daremo anche uno sguardo a come i CMS hanno influenzato questo settore e qual è il costo di un hosting per un sito.

Lo so, sono tante nozioni! Ma fidati ti serviranno. Capire esattamente cosa è un hosting e conoscere il funzionamento di un server ti aiuterà a lavorare con maggiore consapevolezza al tuo progetto, ti permetterà di individuare eventuali problemi con più semplicità e ti consentirà (te lo auguro) di trovare un buon Hosting Provider grazie al quale avere un sito web veloce e sicuro, dandoti la possibilità di concentrarti con tranquillità al tuo progetto ed incrementare il business.

Ma torniamo a noi ed iniziamo il nostro tutorial con un semplice esempio.

Per fare un albero, ci vuole il seme: questa strofa di una nota canzoncina infantile è perfetta per spiegare l’importanza del servizio hosting. Senza l’hosting, infatti, Internet sarebbe un luogo vuoto e desolato, all’interno del quale i siti web farebbero in continuazione su e giù dalla rete, spegnendosi e accendendosi come un interruttore. In altre parole, non avremmo la rete così come la conosciamo oggi. Vediamo ora la spiegazione tecnica.

Cos’è un hosting?

Un hosting (chiamato anche Hosting Web o Hosting Provider) è un servizio che permette ai siti web di trovare una casa, e di rimanere connessi alla rete 24 ore su 24, compresa la notte. In pratica non è altro che quel servizio che consente al tuo sito (e tutte le pagine da cui è composto) di essere visibile su Internet.

Definizione Hosting (più tecnica)

Con il termine “Hosting“ si definisce un servizio che permette di salvare ed alloggiare, fisicamente, le pagine di un sito, su un server web, rendendolo accessibile dalla rete Internet a tutti gli utenti.

Il server web, chiamato anche “host“, è connesso alla rete Internet in modo da garantire l’accesso alle pagine del sito mediante un qualsiasi browser per la navigazione (Chrome, Microsoft Edge, Mozilla Firefox), installato in un computer, uno smartphone o un altro dispositivo del genere.

Dove comprare un hosting?

Quando decidi di acquistare un Hosting non fai altro che acquistare una parte di spazio di un server messo a disposizione da un’azienda.

Le aziende presso è cui è possibile acquistare spazi e servizi hosting sono chiamate normalmente “Web Hosting” o “Hosting Provider“. Le stesse forniscono sia l’hardware che i software necessari per il funzionamento del servizio, che può essere sia gratuito che a pagamento.

Queste aziende mettono a disposizione dei “Server” (veri e propri computer che serviranno a processare le richieste e memorizzare i dati fisici dei siti), per l’acquisto ed il successivo utilizzo da parte di aziende e/o privati che vogliono creare un sito web. Grazie ad un Web Hosting solitamente è possibile avere varie risorse, tra le più comuni:

  • uno spazio web (dove caricare i file del sito)
  • un database per i contenuti (solitamente MySQL)
  • compatibilità con linguaggi di programmazione, PHP, Perl, Python, ASP .NET, etc.
  • molte altre caratteristiche che possono variare a seconda dell’azienda e del servizio offerto

I servizi di hosting sono solitamente utilizzati per i siti web ma possono essere utilizzati anche per altri scopi, come quello di ospitare file, immagini, giochi e contenuti simili.

Ora ti è più chiaro cos’è un Hosting e cosa significa?

Hosting significato

Per comprendere meglio il significato di Hosting ti basterà fare un piccolo sforzo di immaginazione: pensa ad un edificio con tanti corridoi stracolmi di enormi computer, poi immagina che ognuno di quei computer (detti anche server) si trova perennemente connesso a Internet. Infine, considera che ognuno di questi server ospita al suo interno migliaia di cartelle: ogni cartella rappresenta un sito web, e ospita a sua volta tutte le sue pagine ed i suoi file.

Tecnicamente, dunque, un hosting è un servizio che ti permette di ottenere uno spazio web su un server fisico, per ospitare il tuo sito e renderlo disponibile per la navigazione su Internet. Volendo scendere ancor di più nei dettagli, l’hosting è quel servizio che rende possibile la connessione server-client.

Hosting Traduzione

Ora che ti è chiaro l’Hosting significato voglio parlarti un attimo anche dell’origine esatta del termine e della sua traduzione.

Il termine Host deriva da un verbo inglese e tradotto in italiano significa ospitare (Hosting traduzione), infatti come ti ho appena spiegato l’hosting è un servizio che consente di ospitare fisicamente su un server tutti i file che compongono il sito web rendendolo raggiungibile attraverso la rete Internet (Hosting significato).

A cosa serve un hosting?

Ti stai domandando a cosa serve un hosting e qual è il suo scopo?

Se sei stato attento (dopo che ti ho spiegato cos’è un hosting), dovresti averlo già capito! Il servizio hosting serve per mettere online un sito web o qualsiasi altro elemento che necessita di stare connesso giorno e notte, come ad esempio un cloud server o un server e-mail.

Quando ti serve acquistare un Web Hosting?

Anche se è impossibile elencare tutte le possibili motivazioni, vediamo di fare qualche rapido esempio. L’hosting ti serve se:

  • Vuoi creare un sito web
  • Vuoi creare un sito con WordPress
  • Vuoi creare un sito di fotografie
  • Vuoi creare un forum
  • Vuoi creare un sito aziendale
  • Vuoi creare un sito di video, tipo Youtube
  • Vuoi creare un sito di giochi online
  • …Devo continuare?

A parte scherzi, da queste semplici esempi puoi aver intuito quante potenzialità ha un servizio hosting. Elencarle tutte in un singolo articolo o lista è praticamente impossibile; l’host serve infatti a rendere possibile il funzionamento di qualunque di servizio e sito web che si trova su Internet. Dal più semplice blog WordPress a social come Facebook, a siti di vendita come Amazon. Senza hosting, nessun sito potrebbe esistere.

Lo scopo dell’host, dunque, è fornire un supporto fisico e informatico in grado di garantirti la permanenza su Internet, permettendo agli utenti interessati di accedervi in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. Come dicevamo nell’introduzione, l’hosting è il seme che permette al tuo albero di crescere e di piantare radici nella rete. Ed è un elemento assolutamente indispensabile, senza il quale Internet neanche esisterebbe.

Cosa sono Hosting e Dominio? Che differenza c’è?

Ora che hai compreso cos’è un hosting e il significato, possiamo entrare nel vivo del tutorial. Prima però ci tengo a chiarire un aspetto che spesso genera un pò di confusione sul web, la differenza che c’è tra hosting e dominio internet (o dominio web).

In molti casi infatti ti capiterà di leggere articoli che parlano di hosting e dominio, spesso potrai trovare promozioni legate al loro acquisto.

Per evitare fraintendimenti è bene precisare che hosting e dominio non sono la stessa cosa.

Qual è la differenza tra domini e hosting?

Te la spiego subito:

  • L’hosting come ti ho spiegato all’inizio, è la casa di un sito web. E’ il servizio che consente al tuo sito e tutte le pagine web che lo costituiscono, di essere visibile su Internet. L’Hosting Provider del nostro sito ad esempio è Lightning Base.
  • Il dominio invece è un indirizzo unico attraverso il quale viene richiamato un sito internet sulla rete. Il dominio di questo sito non è altro che “webhostingmagazine.it“. I domini si acquistano presso aziende accreditate per la registrazione di domini, chiamate anche Registrar, che in molti casi possono essere anche le stesse aziende dove si compra il servizio hosting.

Attenzione dunque a non confonderti. Hosting e dominio sono collegati (in quanto sono due elementi fondamentali per creare un sito web), ma non sono la stessa cosa e se vuoi non sei obbligato ad acquistarli presso lo stesso fornitore.

Per ulteriori informazioni ti invito a leggere l’articolo sulla differenza tra Dominio e Hosting

Tipologie di Hosting

Ora che sai cos’è un hosting voglio spiegarti quali sono le tipologie più diffuse.

Quando si parla di hosting non ci si riferisce esclusivamente ad una soluzione unica e precisa. Esistono infatti diverse tipologie di servizi. La principale suddivisione è la seguente:

Hosting Condiviso

Il tipo di hosting più comune per chi vuole lanciare il suo primo sito web (detto anche Shared). Con questa soluzione il sito è ospitato su uno spazio condiviso con altri siti web (altri clienti), con i quali condivide quindi anche l’indirizzo IP. Adatto per siti/blog con non altissimo traffico. E’ in assoluto la soluzione hosting più economica, la più adatta se hai un sito il cui traffico non supera le 100.000 visite al mese.

Hosting Semidedicato

Un servizio di hosting semidedicato è sostanzialmente identico a un piano condiviso, ma ha maggiori risorse ed un quantitativo di memoria RAM dedicata. Questa tipologia è particolarmente indicata per i siti internet ad alto traffico, da gestire però con la stessa semplicità dei piani per l’hosting condiviso.

Server Virtuale (VPS o Virtual Private server)

Questa tipologia di servizio, chiamato anche VPS, rappresenta una soluzione più complessa dal punto di vista tecnico ma molto vantaggiosa come costi e performance. Il motivo è molto semplice, perché sfrutta un ambiente virtuale messo a disposizione del cliente. In pratica, in un server, tramite un sistema di virtualizzazione viene creato un sistema indipendente, ogni utente dispone del proprio sistema staccato dagli altri. In questo modo, avrai un server virtuale, ovvero un ambiente isolato e messo a disposizione unicamente per il tuo sito, ma con la convenienza economica tipica di un comune piano web hosting.

Hosting Dedicato

Quando occorre trovare una soluzione per gestire un sito ad altissimo traffico, la migliore opzione è quella di acquistare una macchina (server) unicamente per te. In questo caso di parla di Server Dedicato, visto che il cliente acquista un server che sarà esclusivamente a disposizione del suo sito. Non verrà condiviso con nessuno. Chiaramente questa tipologia di servizio è in assoluto la più costosa rispetto alle altre.

Come funziona un hosting?

Ora che hai compreso cos’è un hosting e a cosa serve, voglio spiegarti a grandi linee come funziona un web hosting.

Prima di tutto iniziamo col dire che nei server messi a disposizione dall’Hosting Web sono contenuti i vari pacchetti. Ognuno di essi include una serie di caratteristiche e risorse (come spazio web, traffico mensile, sotto-domini, database MySQL, memoria Ram, caselle e-mail, certificati SSL), grazie alle quali il sito web esiste ed è visibile su Internet.

Ogni volta che si digita l’indirizzo di un sito web nella barra di ricerca del browser di navigazione (Chrome, Microsoft Edge, etc) si fa una richiesta a un web server. Sarà poi il server, che ospita tutti gli elementi del sito che stai cercando, a inviarti tutte le informazioni inerenti ai contenuti presenti sul sito. Tutte le informazioni ricevute dal server vengono tradotte dal browser che alla fine mostrerà il sito quando richiesto.

Ricapitolando, possiamo dire che:

  1. L’Hosting Provider mette a disposizione i suoi server, connessi su internet 24 ore su 24
  2. Questi computer contengono diversi pacchetti, ovvero degli spazi che vengono acquistati dai vari clienti per ospitare i loro siti e renderli visibili su internet
  3. L’utente acquista un pacchetto e carica tutti i file che compongono il sito sul server
  4. Il sito web viene messo e diventa visibile su Internet dagli utenti

Ecco spiegato a grandi linee come funziona un web hosting. Ora ti è più chiaro?

Ricorda inoltre che quando acquisti un pacchetto, per la gestione del servizio, avrai a disposizione una serie di software per amministrare l’intero pacchetto.

Ti verrà dunque fornito un pannello di controllo, ovvero un pannello principale dal quale poter gestire tutte le funzionalità del piano hosting che hai acquistato. Pannelli che attraverso un’interfaccia grafica semplice e disponibile quasi sempre in lingua italiana ti consentiranno di installare facilmente WordPress o altri CMS, di creare account di posta elettronica o database MySQL, e molto altro ancora. Tra i pannelli di controllo più famosi ed utilizzati ci sono cPanel, Plesk e Direct Admin. cPanel è probabilmente la soluzione più apprezzata dai webmaster.

Non tutti gli Hosting Provider però utilizzano questi pannelli di controllo; alcuni di essi, utilizzano delle soluzioni proprie, ovvero dei pannelli “fatti in casa“, da cui gestire tutte le funzionalità incluse nel servizio. Kinsta e WPX Hosting ad esempio fanno proprio questo.

Hosting e CMS: Un’accoppiata vincente

Cos’è un Hosting CMS?

Vista l’esplosione negli ultimi anni di applicativi usati per la realizzazione di siti web, ovvero i famosi CMS (Content Management System), come WordPress, Joomla, PrestaShop, è bene fare un accenno al rapporto tra Hosting e CMS.

Cosa c’entrano i CMS con il Web Hosting?

C’entrano eccome! Lo straripante successo di CMS come WordPress, PrestaShop, Magento, (WordPress su tutti), ha influenzato notevolmente anche questo settore ed ha portato numerosi Hosting Provider alla creazione di piani specifici ottimizzati per i CMS.

E’ per l’appunto il caso dell’Hosting per WordPress, un servizio offerto da molte aziende che ha portato addirittura alcuni host a specializzarsi ed offrire unicamente questa tipologia di servizio.

Kinsta e WPX Hosting sono due Hosting WordPress formidabili. Il top se vuoi un blog veloce e sicuro.

Se ti stai domandando in che cosa un hosting normale si differenzia da un Hosting WordPress ottimizzato, ti rispondo subito.

Un servizio ottimizzato per WordPress ti offrirà una maggiore efficienza, prestazioni e risorse superiori. Avrai la possibilità di acquistare pacchetti che sono stati studiati a tavolino e già ottimizzati per WordPress proprio per assicurarti performance superiori. Inoltre, per qualsiasi problema potrai richiedere assistenza ad un supporto tecnico che conosce WordPress e sa di cosa parli.

Come vedi, il successo dei CMS ha influenzato anche il mondo dell’Hosting, dandoti la possibilità di scegliere un servizio creato ad hoc per te, che possa avvicinarsi di più alle tue esigenze ed accompagnarti più da vicino nel tuo percorso sul web.

Ti ho fatto l’esempio di WordPress perché è attualmente il CMS più usato in assoluto, considera che quasi 1 sito su 3 in rete sono realizzati con questo CMS. Ma esistono anche molti altri CMS di successo, e come per la nota di nota piattaforma di blogging, troverai dunque pacchetti ottimizzati di Hosting per Joomla, Hosting per PrestaShop, etc.

Hosting gratuito o a pagamento?

Prima ti ho spiegato la principale suddivisione degli hosting in base alla tipologia di servizio offerto, ma devi sapere che un altro fattore che li differenzia è sicuramente il costo.

Da qui nasce la differenza tra hosting gratuito o a pagamento.

Hosting Gratuito

L’hosting gratuito viene offerto da alcune aziende come servizio elementare, solitamente con lo scopo di pubblicizzare il proprio nome/marchio ed in previsione di un passaggio a quello a pagamento. Si tratta in linea di massima un servizio molto semplice che comprende poche ma essenziali opzioni, quali:

  • Una o più caselle di posta elettronica
  • Un determinato spazio web ed un quantitativo di banda
  • Obbligo (molto frequente) di inserire banner pubblicitari

Svantaggi:

  • Obbligo di utilizzare un nome di dominio di 2° livello (con il nome del Provider dove il sito è ospitato)
  • La non garanzia del servizio (con il rischio quindi che i siti “ospiti” possano non essere attivi per un determinato periodo di tempo);
  • Prestazioni e performance non eccellenti e poco personalizzabili
  • Banda condivisa con numerosi utenti

Hosting a Pagamento

A differenza dell’hosting gratuito i servizi a pagamento consentono una scelta davvero ampia, esiste infatti un grande ventaglio di offerte sul mercato per qualsiasi tipologia di servizio e a seconda del tuo budget.

In generale, un servizio di hosting tipico, comprende i seguenti servizi:

  • Quantitativo determinato di spazio web e banda
  • Supporto di uno o più linguaggi (php, python, asp, etc)
  • Possibilità di scelta del sistema operativo (Linux, Windows, e versioni varie)
  • Supporto Database (MySQL, MariaDB, etc.)
  • Assistenza e supporto tecnico 24 ore su 24
  • Servizio di statistiche ed analisi (Awstat, Webalizer, etc.)

Svantaggi:

  • Non è gratuito

E’ chiaro che come tutte le cose gratis anche l’hosting gratuito ha i suoi limiti. Ti consiglio di approfittare di questa soluzione solo per fare esperimenti o eventualmente creare siti amatoriali, poco importanti per il tuo progetto.

Se invece devi creare un sito, blog a cui tieni particolarmente, un sito vetrina per la tua professione, non perdere assolutamente tempo e scegli un hosting a pagamento.

Tutti gli Hosting sono uguali?

No, non tutti i Hosting Provider sono uguali.

Dopo averti spiegato cos’è un hosting e la definizione, è bene fare chiarezza su questo argomento.

Esistono decine e decine di aziende web hosting (centinaia se consideriamo anche l’estero), ed è chiaro che ognuna di esse offre un determinato servizio ad un costo che potrà essere buono o meno buono a seconda dei casi. Premesso che è complicato spiegare le differenze tra i Provider in poche righe, posso dirti che tra i fattori più importanti e decisivi nella scelta di uno di essi (ed eventualmente nel cambio) ci sono quasi sempre il prezzo, l’assistenza tecnica e le prestazioni.

Hosting prezzi

Uno dei principali fattori che differenzia gli Hosting e ovviamente molto legato alla qualità del servizio offerto, è il prezzo. Se cerchi delle servizi economici perché hai un budget ridotto e non vuoi spendere molti soldi, avrai la possibilità di scegliere una soluzione meno costosa ma non potrai pretendere di avere tutte le migliori caratteristiche ne che il tuo sito sia super veloce.

Aumentando il budget e salendo di prezzo ovviamente si allargherà la lista delle aziende disponibili. Inizierai a trovare pacchetti più potenti e con maggiori risorse, che permetteranno al tuo sito di avere migliori prestazioni e probabilmente un uptime più alto.

L’assistenza tecnica

Un altro fattore molto importante nel rapporto hosting / cliente è il supporto tecnico. Dopo aver acquistato un qualsiasi piano, prima o poi sicuramente ti capiterà di doverti rivolgere all’assistenza. Vuoi perché ha già un sito e non sai come trasferirlo sul nuovo Provider, perché il sito è diventato lento e non riesci a capire le cause, o ancora perché stai avendo altri problemi ed hai bisogno un consiglio da parte di un esperto.

La qualità ed i tempi delle risposte che ti verranno fornite saranno fondamentali. Una risposta rapida, dopo 15 minuti dalla tua richiesta, esaustiva e precisa, ti lascerà molto soddisfatto e contento. Sarà la garanzia di sapere di avere qualcuno dall’altro lato disponibile e competente, che in caso di bisogno, può aiutarti in qualsiasi momento.

Dall’altro canto, una risposta lenta dopo molte ore, piuttosto generica e poco risolutiva, di certo non ti farà fare i salti di gioia. Non ti aiuterà a risolvere il problema e farà aumentare la tua frustrazione.

La qualità e la velocità dell’assistenza tecnica di un Hosting Provider è fondamentale.

Sicurezza e prestazioni del sito

Terzo fattore che differenzia molti Provider ma non ultimo per importanza, è quello relativo alla sicurezza e la velocità del sito.

Ti piacerebbe che il tuo sito oltre ad essere super sicuro si carichi alla velocità della luce in meno di 1 secondo?

Penso proprio di si, a chi non piacerebbe! Purtroppo però non tutti gli Hosting Web adottano gli stessi sistemi di sicurezza, sia a livello hardware che software. Ci sono aziende meno “attente” alla sicurezza ed altre molto più scrupolose, pronte a rilevare ogni tentativo di intrusione o attacco al tuo sito. Provider che includono in ogni pacchetto backup giornalieri ed automatici, disponibili per qualsiasi evenienza.

Stesso discorso per le prestazioni. Il tuo sito non avrà le stesse performance su tutti gli Hosting Provider; sarà più veloce su alcuni, meno su altri. In linea di massima questo può dipendere da quante risorse sono assegnate al piano che hai acquistato, da quanto i server sono “carichi” di siti e da quali tecnologie sono utilizzate. Se vuoi un sito veloce assicurati che il servizio hosting che stai per acquistare abbia queste caratteristiche:

  • Dischi SSD (hard disk di ultima generazione)
  • PHP 7.x (ultima versione più veloce rispetto alla 5.x)
  • LiteSpeed (web server molto performante)
  • CDN
  • Certificato SSL e Http/2

Senza scendere ulteriormente nei dettagli, queste sono cinque caratteristiche molto importanti se vuoi un sito web performante e reattivo. Se hai adocchiato un pacchetto che le possiede sei già a buon punto!

Come scegliere l’Hosting?

La scelta del servizio hosting per il proprio sito è una passaggio fondamentale per il tuo percorso sul Web, può dipendere da numerosi fattori e da una serie di accurate valutazioni che occorre fare. La massiccia presenti di Hosting Web complica non poco la scelta a chi cerca semplicemente un posto per ospitare tranquillamente il proprio sito e dormire sogni sereni.

Va detto inoltre che non esiste un miglior hosting in assoluto, sarebbe quasi impossibile decretare un vincitore. La cosa fondamentale è invece trovare il miglior servizio per te, ovvero per il tuo sito e adatto alle tue esigenze.

Puoi dunque comprendere che la scelta diventa una cosa molto soggettiva.

Visto che ormai sono disponibili sul mercato soluzioni per qualsiasi tipologia di progetto e per ogni fascia di prezzo, è chiaro che l’obbiettivo è quello di trovare la miglior soluzione in grado di far rendere al meglio il sito internet.

Da dove partire?

La prima cosa che ti consiglio di fare è quella di individuare il tipo di sito che dovrà essere ospitato e quindi di conseguenza capire di quale piano hosting hai bisogno. Dopodiché, decidi il budget che sei disposto a spendere.

Se per esempio hai intenzione di creare un blog con WordPress, allora ti conviene puntare su una soluzione ottimizzata hosting per WordPress, in modo tale da avere un servizio creato ad hoc per questa piattaforma, con strumenti e ottimizzazioni per far rendere al meglio il CMS. Riguardo i costi, ne trovi un pò di tutti i prezzi. Ecco ad esempio le migliori aziende dove acquistare un Hosting economico per WordPress.

Scegliere l’hosting non è facile. E’ un pò come una lotteria ed a volte sarà anche una questione di fortuna. E’ fondamentale però avere la piena consapevolezza di quello che dovrà essere il tuo progetto web, una volta identificato diventerà più semplice individuare l’opzione giusta.

Per qualsiasi problema e/o dubbio per la scelta lascia un commento o contattaci via e-mail, cercheremo di aiutarti a scegliere il servizio più adatto alle tue esigenze.

Quanto costa un Hosting?

Ti stai chiedendo quanto costa l’hosting per un sito?

Il prezzo è probabilmente uno dei fattori più determinanti che viene considerato quando si effettua la scelta. Premesso che è impossibile rispondere a questa domanda in modo esatto viste le numerose tipologie di servizi esistenti, diciamo che normalmente il costo di un hosting condiviso inizia da un minimo di 20/40€ all’anno (Ecco gli Hosting più economici), e può arrivare anche a migliaia di euro in base alla qualità e tipologia dei servizi richiesti (server dedicati, etc,).

Un VPS Hosting invece solitamente ha un costo mensile di almeno 15/30€; il prezzo può salire ulteriormente a seconda delle risorse selezionate (CPU, RAM, spazio web) e in base alla scelta tra servizio managed (più costoso) e unamaged (più economico).

Per concludere, i server dedicati hanno un costo ancora più elevato. Un buon server, con processore di ultima generazione e dischi allo stato solido (SSD), costa almeno 70/100 € al mese. Ovviamente come ti ho spiegato nel paragrafo relativo ai tipi di hosting, si parla di una soluzione estrema, la più potente in questo settore e consigliata per chi ha un sito web con un elevato traffico e consumo di risorse.

FAQ Domande Frequenti

Chiariamo un pò di dubbi che ti saranno sicuramente venuti dopo questo lunghissimo tutorial composto da più di 5000 parole.

Cosa si intende per Host in informatica?

Host non è altro che l’abbreviazione di “Hosting“. Come ti ho spiegato nel paragrafo relativo all’Hosting traduzione, il termine “host” deriva da un verbo inglese e significa “ospitare“. In ambito informatico, indica un servizio che permette di allocare su un server delle pagine web di un sito web (o qualsiasi altro CMS), rendendolo così accessibile da Internet agli utenti. (Hosting significato).

Cos’è il web hosting?

Web hosting e Hosting sono la stessa cosa, è solo un altro termine per chiamarlo ma non c’è alcuna differenza.

Cos’è il data center di un Hosting Provider?

Il data center, chiamato anche server farm, è il centro dove sono ospitati tutti i server e le varie apparecchiature che consentono di gestire le comunicazioni ed i servizi dell’attività.

Se hai un sito italiano ed il tuo target è l’Italia, (ovvero l’utenza a cui ti rivolgi) è preferibile scegliere un Provider con data center nel nostro paese o al massimo in Europa. Più vicino è il data center, meglio è.

Che differenza c’è tra Hosting Linux e Windows?

I piani hosting variano in base al sistema operativo installato sul server. Da qui nasce la differenza tra Hosting Linux o Windows.

Il primo è consigliato per i siti web dinamici, sviluppati ad esempio con applicazioni come WordPress, Joomla, PrestaShop, Magento, etc. Non vi è alcun costo aggiuntivo vista che licenza le distribuzioni Linux sono open source.

Il secondo invece è basato sul sistema operativo Microsoft, ed una serie di software e database proprietari come Microsoft SQL. Sconsigliato per siti web dinamici, come WordPress. Il prezzo sale visto che le applicazioni Microsoft hanno un costo più alto e non sono gratuite.

Come caricare i file del sito sul server?

Per caricare i file del tuo sito sul server web e metterlo online puoi utilizzare un qualunque programma FTP. Uno tra i più usati, semplice da usare e completamente gratuito è FileZilla. In tutti i casi va bene un qualsiasi programma che utilizza l’FTP per il trasferimento dei file.

Ho letto dell’Uptime. Che cos’è?

L’uptime è un valore molto importante nell’ambito dell’hosting e che spesso troverai evidenziato nei siti ufficiali dei Provider e nei vari piani in vendita. Con uptime si definisce il tempo (espresso solitamente in percentuale, es. 99,9%) in cui un server o un apparato informatico è stato attivo e regolarmente funzionamente.

Per intenderci, un uptime del 99,9 % corrisponde ad un’inattività di 9 ore in un anno, pari a circa 43 minuti al mese. Il tempo di inattività di un server è chiamato “Downtime“. Un uptime del 99,99% corrisponde invece a circa 52 minuti di inattività all’anno, ovvero 4 minuti al mese.

Inutile dire che più alto è l’uptime di un Hosting Web, meglio è. Solitamente troverai valori tra il 99,95% e il 99,99%.

Da come ho capito esistono diversi tipi di servizi di hosting. Giusto?

Esatto. Come ti ho spiegato nel paragrafo specifico esistono vari tipologie di Hosting. La principale suddivisione è in Hosting condiviso (Shared), Semidedicato, Server virtuali (VPS) e Dedicato (Server dedicati).

A cosa serve la gestione del DNS?

Quando si parla di servizio gestione DNS si fa riferimento alla registrazione di un dominio internet. Nello specifico, la gestione dei DNS permette di modificare i record DNS del dominio, specificando quelli che si vuole utilizzare in un pannello di controllo messo a disposizione dal Registrar.

Questo servizio risulta molto utile quando si acquistano dominio e hosting separatamente, ovvero su due siti diversi. Grazie alla gestione DNS infatti è possibile modificare i name server del dominio per farli puntare ai server del servizio hosting.

Cosa è un servizio hosting WordPress?

E’ un servizio ottimizzato per WordPress. Come ti ho spiegato più sopra quando ti ho parlato dell’accoppiata vincente tra Hosting e CMS, da un pò di tempo a questa parte diverse aziende hanno creato delle soluzioni ad hoc per WordPress, ovvero proponendo piani ottimizzati con strumenti per rendere il servizio più sicuro ed efficiente.

Se cerchi un servizio affidabile ma al tempo stesso non troppo costoso, leggi il nostro articolo sull’Hosting WordPress Economico.

Hosting Cos’è? Significato e come funziona? Le conclusioni

E’ tutto, nel tutorial di oggi abbiamo visto davvero moltissimi argomenti.

Siamo partiti da cos’è un Hosting, il significato, la definizione, la traduzione, e fatto luce su moltissimi altri argomenti, tra cui come funziona un web hosting, a cosa serve, la differenza tra hosting e dominio, le varie tipologie esistenti, il rapporto tra Host e CMS, quanto costa e molto altro ancora.

Probabilmente ora ti sentirai un pò confuso visto le tante nozioni che hai appreso oggi. Ma non temere, alla fine non sono argomenti cosi complicati come possono sembrare. Tutto sta ad iniziare e fare un pò di esperienza!

Se hai deciso di avviare un blog o un qualunque altro tipo di sito, è bene che tu conosca questi argomenti anche perché la scelta dell’hosting sarà un passo fondamentale che influenzerà anche il tuo business. Scegliere un buon servizio, affidabile e veloce, sarà come scegliere una casa in un paese sicuro, poco caotico e con vista mare. Ho reso l’idea?

Adesso ti è più chiaro cos’è un Hosting e cosa significa?

Hai già qualche idea su quale host scegliere per il tuo sito?


Se l’articolo ti è piaciuto perché non lo condividi con i tuoi amici o sui tuoi canali social? Ci aiuterebbe ad aumentare la nostra visibilità. Alla prossima e continua a seguirci sul blog; se vuoi ci trovi anche su Facebook Twitter.