Questo articolo è stato aggiornato il

Sai che cos’è un dominio di secondo livello? Scopriamolo in questo articolo.

Un dominio di secondo livello, è composto da un nome univoco di riconoscimento ed un estensione. Il nome identifica solitamente il brand, il sito in questione, mentre l’estensione può assumere varie forme e più essere uguale anche a quella di altri siti web. La struttura di un dominio del genere, è quindi “nomedominio.estensione”. Un esempio è rappresentato proprio dal nome del nostro blog, “webhostingmagazine.it”, dove webhostingmagazine sarà il nome di secondo livello, mentre .IT è l’estensione.

Dominio di secondo livello

La struttura del dominio

Come ti ho accennavo poco fa, solitamente la struttura di un dominio di un sito web, è formata da tre parti, ovvero:

  • www (che è facoltativo)
  • wehostingmagazine (dominio di secondo livello)
  • .it (l’estensione)

Inoltre possiamo dire, che:

  1. La prima parte della struttura, è chiamata anche “dominio di terzo livello“. Generalmente, è usata appunta per la sigla WWW, che significa World Wide Web, ma può essere usata in alcuni casi anche per indicare un sottodominio.
  2. La seconda parte, ovvero quella centrale (webhostingmagazine), rappresenta come detto il nome di dominio vero e proprio, che è unico in Rete ma soltanto sotto la propria estensione.
  3. La terza ed ultima parte, ovvero “.IT” è l’estensione, chiamata anche TLD. Ti anticipo subito che esistono numerose estensioni, ognuna delle quali identifica un determinato genere del sito, la nazionalità, il tipo di business, etc. Quella .IT ad esempio, indica la natura italiana del sito, mentre quella .COM indica la natur commerciale o globale, e cosi via.

Come registrare un dominio di secondo livello?

La registrazione di questa tipologia di domini non è gratuita. I nomi sono gestiti da particolari enti, chiamati Registrar o Authority, che li assegnano a chi ne fa richiesta. Non tutte le Authority vendono domini con le stesse estensioni; a volte, per comprarne alcuni in particolare, sarà necessario rivolgersi all’Authority dell’etensione.

Inoltre, ricorda sempre che ogni Authority, e quindi, ogni tipologia di dominio, ha regole e costi differenti.

Usualmente, chi fornisce anche spazi hosting, offre anche il servizio per la registrazione di domini.

Una volta che hai scelto il nome di dominio da registrare, non ti resta che controllare che sia disponibili. Ecco una serie di utili strumenti per trovare i domini liberi su Internet. E’ ovvio che se il nome che ti interessa è già occupato, non puoi registrarlo. Al massimo, verifica che siano libere altre estensioni.

[clickToTweet tweet=”Sai che cos’è un dominio di secondo livello?” quote=”Sai che cos’è un dominio di secondo livello? Te lo spieghiamo noi!”]

Se non sai su quali siti cercare, ecco i servizi più economici per registrare un dominio, con i rispettivi confronti e costi. Clicca qui!

La differenza tra Registrar e Maintainer

Hai mai sentito parlare di questi due termine? Li hai visti qualche volta scritti in rete? Anche se entrambe sono accreditate per la registrazione dei domini di secondo livello, non sono la stessa cosa e c’è una differenza tra loro:

  • Il Maintainer è una società intermediaria che registra i domini in modalità asincrona, con invio della specifica documentazione cartacea
  • Il Registrar, invece, li registra in modalità sincrona, in modo più rapido sempificato, senza l’invio della documentazione cartacea.

Conclusioni

E’ tutto, in questo articolo abbiamo fatto chiarezza su che cos’è un dominio di secondo livello. Mi rendo conto che per i meno esperti, termini come dominio di primo livello, secondo, terzo…possono mandare un pò in confusione! Pertanto, fare un pò di chiarezza è sempre la cosa migliore. Per qualsiasi informazione e/o dubbio, lascia un commento!