Questo articolo è stato aggiornato in data:

VHosting Solution ha messo a disposizione di Web Hosting Magazine, uno dei nuovi piani per il Cloud Hosting, con le caratteristiche tecniche offerte dal piano VCU 10000, ovvero il piano più potente.

VHosting è un Provider americano, con sede anche in Italia e data center situati in Germania. Negli ultimi anni l’azienda è cresciuta notevolmente, consolidandosi nel mercato italiano, grazie all’ottima varietà ed affidabilità dei propri servizi. Passiamo ora a vedere più da vicino, l’ultimo prodotto lanciato da VHosting, il Cloud Hosting.

Cos’è il nuovo Cloud Hosting di VHosting Solution?

Che cos’è il servizio Cloud Hosting? A chi è consigliato? Vediamo cosa ci dice il Provider in merito:

“Il servizio di Cloud Hosting e’ adatto agli imprenditori online. Chi guadagna ogni giorno grazie al web e sa benissimo che non puo’ permettersi di avere il sito offline. Ogni minuto senza il sito funzionante equivale alla perdita di denaro e immagine aziendale.
Grazie al sistema di Cloud Hosting avrete la massima velocita’, affidabilita’ e sicurezza in qualsiasi momento. Il Cloud di VHosting si adatta perfettamente a tutti quei clienti che non vogliono avere mai il loro sito offline.
Possiedi un ‘e-commerce? Hai la necessita che le tue email siano sempre online e funzionanti? Sai benissimo che non puoi permetterti un hosting “normale”. Devi assolutamente mettere il tuo business al riparo da brutte sorprese.
Come farlo? Semplice, utilizzando il Cloud di VHosting, un Hosting che si adatta perfettamente a chi non vuole avere mai il sito offline.
Sei un tecnico? Scopri di seguito come funziona il Cloud Hosting di VHosting. L’ architettura completamente ridondata sia a livello hardware che di datacenter (difatti vengono utilizzati 2 differenti datacenter per garantire una ridondanza geografica), garantisce un elevato uptime del ben 99.9% SLA.
Il sistema Cloud di VHosting non ha nessun punto di fault, questo garantisce prestazioni e uptime sempre al massimo!
La tecnologia utilizzata dal servizio Cloud Hosting, consente al vostro sito web di ottenere le massime prestazioni anche in un momento di picco utenti, evitando blocchi o rallentamenti del sito stesso. Il tutto avviene in modo automatico e del tutto trasparante, l’utente non si accorgera’ di nulla e vedra’ il sito sempre fluido e reattivo.”

Una cosa da importante da precisare riguardo il nuovo servizio Cloud Hosting, riguarda le VCU. Si perchè, per scegliere quale piano acquistare per il vostro sito, dovrete fare dei calcoli in relazione ai consumi di CPU, confrontandoli con questo parametro.

Cosa sono le VCU e come vengono calcolate?

Le VCU acronimo di “VHosting Compute Unit” e’ l’unita’ di misura che calcola le capacita’ computazionali del servizio acquistato. Le VCU sono calcolate in tempo reale in base a 3 fattori:

  • CPU Consumata dal sito web
  • Query verso il MySQL
  • Percentuale di I/O wait utilizzata dal sito web.

Il valore di 10.000 VCU corrispondono a 1 CPU dedicata dual core di 2GhZ per core.

E’ molto difficile quantificare di quante VCU un sito necessiti, pertanto sono stati effettuati i seguenti test per il consumo di 10.000 VCU:

  • 1. fino a 2,000,000 hits per un CMS come joomla wordpress vbulletin
  • 2. fino a 7,000,000 hits per un CMS come joomla wordpress vbulletin con un systema di cache html
  • 3. fino a 15,000,000 richieste per un file di immagine statico di 15kb

Caratteristiche tecniche del Cloud Hosting

Vediamo ora le caratteristiche tecniche che possiede il nuovo servizio di Cloud Hosting:

  • Sistema Operativo: FreeBSD
  • Web Server: Apache
  • Traffico: Illimitato
  • Datacenter: Germania (Erfurt, Falkenstein)
  • Database MySQL: Illimitati
  • Caselle email: Illimitate
  • Accesso SSH: Si, in modalita jails /bin/bash
  • Supporto SSL: Si, in modalita Apache SNI
  • Personalizzazione PHP.ini: Si, tramite SSH e/o FTP
  • Accesso FTP: Si
  • Ridondanza Geografica: Si
  • Uptime: 99.9% SLA
  • Assistenza: 24/7/365
  • Backup automatici: Si

Come pannello di controllo, VHosting Solution fornisce in questo caso un pannello home-made, ovvero realizzato in casa, dal quale gestire i proprio siti, i database myql, accedere a phpmyadmin, etc.

I costi del Cloud Hosting, partono dal piano VCU 1500 a 18€ al mese, fino ad arrivare a quello più potente, il VCU10000, al prezzo di 50€ al mese.

Come ordinare il servizio

Andate sul sito ufficiale di VHosting Solution, nella pagina dedicata al nuovo servizio Cloud Hosting. Scegliete in piano che più fa per voi, valutando lo spazio su disco, il numero di domini configurabili e le VCU, di cui parlavamo poco più sopra. Una volta effettuata la decisione, cliccate poco più in basso sul tasto Acquista;

Cloud Hosting: Acquisto e Ordine
Cloud Hosting: Acquisto e Ordine

Dopo siccome il servizio è collegato all’utilizzo di un dominio, vi verrà chiesto di scegliere tra 3 possibilità e vedrete un form uguale a questo:

Cloud Hosting: Configurazione Dominio
Cloud Hosting: Configurazione Dominio

I Prodotti/Servizi scelti sono collegati ad un dominio inserisci/seleziona un dominio.

  • Voglio registrare un nuovo dominio su: VHosting Solution
  • Voglio trasferire il dominio a: VHosting Solution
  •  Non voglio acquistare il dominio, provvedero’ a cambiare manualmente il puntamento DNS

Dopo, arriverete al Sommario dell’ordine, dove sarà riassunto il prezzo da pagare e volendo, è possibile inserire dei codice promozionali, per approfittare di eventuali sconti e promozioni. Dopo, cliccate su Checkout ed effettuate il pagamento, scegliendo la modalità da voi preferita (paypal, bonifico bancario, etc).

Effettuato l’ordine ed il pagamento, non resta che attendere che il team del Provider provveda alle operazioni di rito per l’attivazione e vi mandi via e-mail tutti i dati per iniziare ad utilizzare il servizio di Cloud Hosting. Riceverete un’email di questo genere:

Gentile cliente,

il suo servizio cloud e’ stato attivato, i parametri sono:

Pannello: xxx.xxxxxxx.com
Username: webmaster@xxx.it
Password: xxxxxxxx

FTP/SSH Address: ftp.xxxxx.xxx
FTP/SSH Username: xxx.it
FTP/SSH Password: xxxxxx

Per utilizzare il servizio dovra’ obbligatoriamente utilizzare i nostri nameserver:

xxx.vhostingcloud.com
xxx.vhostingcloud.com
xxx.vhostingcloud.com
xxx.vhostingcloud.com

Le ricordiamo di utilizzare solo ed esclusivamente l’hostname: localhost per le connessioni MySQL

SMTP/MAIL/IMAP: mail.vhostingcloud.com oppure mail.domain.tld dove domain.tld e’ il nome del dominio sul quale deve configurare la posta.

A questo punto, dovete modificare i nameserver del vostro dominio verso quelli forniti da VHosting Solution ed attendere le classiche 24/48 ore affinchè la propagazione sia completa.

Configurazione ed utilizzo

Dopo aver ordinato il servizio e ricevuto i dati, non resta che iniziare ad utilizzare il Cloud Hosting; vediamo quindi un pò, come configurare e usare un pò le varie funzioni. Prima di tutto leggete le FAQ sul sito ufficiale di VHosting Solution, dove potete già togliervi i primi dubbi. Vediamone alcune:

Dove caricare il contenuto del sito?

Come specificato in una delle prime FAQ, il contenuto del sito va caricato tramite un qualunque software FTP nella cartella “/web/public_html” quest’ultima e’ la path assoluta del vostro sito web.

Come visualizzare l’anteprima del sito?

Per visualizzare l’anteprima del sito web tramite il sistema cloud, il procedimento e’ molto semplice. Supponendo che il sito si chiami pippo.tld, per visualizzare l’anteprima bisogna digitare: pippo.tld.preview.vhostingcloud.com

Come funziona SSH?

Viene fornito un accesso SSH in modalità /bin/bash con le stesse credenziali dell’accesso FTP. Per collegarsi in SSH bisogna utilizzare un client SSH come PuttY, la porta utilizzata e’ quella di default del protocollo SSH quindi la porta 22.

Come personalizzare il file PHP.ini?

E’ possibile personalizzare il php.ini in qualsiasi parametro, questo perché tutti i servizi cloud sono forniti in modalità jails che e’ un ambiente sicuro per Linux. Per personalizzare il php.ini si puo’ procedere in 2 modi:

Metodo FTP

1. Scaricare il file php.ini contenuto in /web

2. Editare i parametri richiesti ed effettuare l’upload

Dopo cio’ aspettare 30 minuti che il sistema ricarica le configurazioni

Metodo SSH

1. Aprire il file php.ini con il vostro editor preferito (nano o vi)

2. Editare i parametri che necessitano di essere modificati

3. Effettuare il comando pkill php-cgi

Ora le vostre modifiche sono effettive.

Con questa procedura e’ possibile anche abilitare estensioni come ioncube semplicemente inserendo

zend_extension = /usr/local/lib/php/20090626/ioncube/ioncube_loader.so

Come attivare APC per ottimizzare e velocizzare PHP?

Per abilitare APC basta inserire semplicemente questo valore all’interno del proprio php.ini:

apc.enabled = “1”

Risultati test: Uptime, Connettività e Velocità

Ecco ora i risultati di vari test, effettuati con vari strumenti online e tool. Per la recensione, abbiamo usato il dominio “guadagnaremagazine.it”, dove abbiamo installato WordPress con un tema di prova, ricco di funzioni, widget ed articoli.

Un tema con un peso di 1.6 MB, 70 richieste, vari video, uno slider e più di 40 immagini.

Ping e Traceroute

I test di per il ping ed il traceroute hanno dato ottimi risultati; i data center situati in Germania non sembrano provocare alcun ritardo, restituendo un ping molto basso di 37ms.

Cloud Hosting: Test Ping
Cloud Hosting: Test Ping

Ecco il grafico del traceroute:

Cloud Hosting: Traceroute
Cloud Hosting: Traceroute

Ecco invece, un ping più ampio, effettuato un più località sparse in tutto il mondo, inclusi anche Stati Uniti, Sud America. I valori, come è normale che sia aumentano in zone molto distanti, ma i risultati rimangono buoni e non vi è alcuna perdita di pacchetti.

Cloud Hosting: Ping
Cloud Hosting: Ping

Stress Server

Effettuando uno “Stress Server”, per mettere alla prova le performance del servizio, i risultati sono sempre buoni. Come spiegato nell’articolo su Load Impact,  la qualità di un hosting è visibile in prima istanza dal fatto che la linea blu si mantenga il più possibile al di sotto di quella verde.

Cloud Hosting: Stress Server
Cloud Hosting: Stress Server

Velocità

Effettuando un pò di test sulla velocità, con il famoso tool di Pingdoom, sceliendo Amsterdam come location per l’analisi, vediamo come si comporta il nostro sito. Vi ricordo che abbiamo riempito completamente l’Homepage del tema inserendo diversi widget, blocchi di notizie, icone social network, slider immagini ed altro ancora. Il tutto, per un peso totale dell’home di 1.6 MB. Considerate inoltre, che al sito non è stata fatta alcuna ottimizzazione, ne tramite htaccess, ne con plugin. Passiamo ai risultati:

Cloud Hosting: Test Velocità con Pingdoom Tools
Cloud Hosting: Test Velocità con Pingdoom Tools

Ottimo, considerando la possibilità di migliorare sicuramente i risultati, applicando qualche ulteriore ottimizzazione a WordPress  tramite codice e plugin. E scendere sotto al secondo per un blog WordPress, non è assolutamente poco, anzi è da considerarsi un grande risultato!

Problemi per ottimizzare WordPress? Leggete la guida, non perdete tempo.

N.B. Nei test APC (Alternative APC Cache), è stato attivato; come spiegato nelle FAQ, basta aggiungere una riga di codice nel PHP.ini.

Conclusioni e valutazioni

Dopo vari test, possiamo confermare l’ottima fattura del servizio Cloud Hosting di VHosting, una soluzione pratica e potente per ospitare i vostri siti su un Provider affidabile e con buone performance, anche senza avere competenze sistemistiche. Ovviamente, cercate tramite le VCU, di scegliere il piano più adatto a voi o contattate lo staff di VHosting, per qualsiasi dubbio e/o consiglio. Un buon servizio, con un ottimo rapporto qualità prezzo / prestazioni.