Questo articolo è stato aggiornato il

1&1 presenta il dominio .HIV, un modo nuovo per contribuire alla raccolta di fondi e finanziare un progetto per la ricerca sul virus.

Solitamente quando si propongono nuove estensioni di dominio si parla di possibili applicazioni in ambito business. Business tradizionale. Questa volta invece 1&1 propone qualcosa di completamente diverso: un dominio legato al tema della beneficienza.

La nuova estensione .HIV

La nuova estensione .HIV è nuova in tutti i sensi: mai prima era stato proposto un dominio con queste finalità. Per ogni registrazione di .HIV, che costa 90 euro all’anno, si contribuirà a finanziare un progetto per la ricerca sul virus. È l’associazione “dotHIV” ad occuparsi del coordinamento di un network mondiale legato a organizzazioni e attivisti, che si occupano di ricerche e cure, giudicate meritevoli di appoggio. Come si finanziano queste realtà? Riceveranno fondi ogni volta che qualcuno visita una pagina .HIV. Un motivo in più per visitare queste pagine!

Come funzionano le donazioni

Vediamo come funziona questo meccanismo di dono. Va detto subito che non è necessario creare un sito .HIV. Basta registrare il dominio e reindirizzarlo (redirect) su un sito esistente. Come funziona in questo caso la donazione? Quando un visitatore clicca su esempio.hiv, la donazione parte e il visitatore viene reindirizzato sul vecchio sito, esempio.com. Un modo nuovo, originale e utile, per accedere al vecchio sito.

È solo l’inizio

Un modello innovativo, uno scopo nobile, un modo per partecipare a una causa semplice quanto efficace: tra l’altro registrare un dominio .HIV è un po’ come esporre il classico fiocco rosso.

Il panorama delle nuove estensioni di dominio, uno dei settori in maggior fermento nel mondo del Web, ci regala sorprese ogni settimana. Ma mai, prima d’ora, aveva proposto una tale novità, in grado di cambiare il mondo delle cause civili (concretamente).

.HIV si aggiunge agli oltre 150 domini già disponibili sulla sezione dedicata del sito di 1&1, raggiungibile a questo link.