Non sai come monitorare le statistiche di WordPress? Ecco come fare.

Chi gestisce un sito web sa benissimo quanto sia importante sapere come monitorare le statistiche di WordPress, nel caso tu stia utilizzando il famoso CMS per il tuo blog. Analizzare e leggere le statistiche può aiutarti a capire cosa va o non sul tuo blog, cosa eventualmente si può correggere per aumentare le visite ed incrementare la popolarità. Nell’articolo di oggi voglio presentarti alcuni ottimi plugin che possono esserti molto utili in questo casi.

Come monitorare le statistiche di WordPress?

Google Analytics for WordPress by MonsterInsights – Lo strumento in assoluto più utilizzato in questo settore è Google Analytics (l'ex plugin realizzato da Yoast), con il relativo plugin disponibile nella repository di WordPress. Per utilizzare questo plugin e poter visualizzare le relative statistiche è necessario che tu abbia un account Google e che tu sia registrato al servizio di Analytics. Dopo aver installato ed attivato il plugin, vai in Insights ed effettua l'autenticazione, impostando il relativo profilo del sito che ti interessa monitorare per le statistiche.

Non sai cos'è Google Analytics e perchè è cosi importante usarlo? Clicca qui per scoprirlo!

A questo punto dovrai attendere un pò di tempo affinchè il plugin inizi ad estrapolare un pò di dati sul tuo sito. Da quel momento in poi potrai leggere le statistiche di WordPress comodamente dal pannello di amministrazione del tuo blog.

Leggi le statistiche di WordPress con Google Analytics for WordPress

Potrai visualizzare tutti i dati statistici direttamente dalla dashboard, il comportamento dei tuoi visitatori, le modalità di acquisizione, le visite in tempo reale. E' inoltre disponibile una versione PRO a pagamento con maggiori funzionalità, tra cui l'integrazione con gli e-commerce ed il tracciamento degli annunci pubblicitari. Un'alternativa molto interessante, se questo plugin non ti piace, potrebbe essere Analytify.

Slim Stat Analytics – Ecco un altro strumento molto efficace ricco di dati statistici che non si appoggia a Google Analytics e può essere utilizzato da chiunque sul proprio blog. Il plugin consente di visualizzare moltissime statistiche relative al tuo blog, non solo riguardanti visitatori unici e visualizzazioni di pagina, ma sui criteri più interessanti, quali: browser utilizzato, paese di provenienza, sistema operativo, termini più ricercati ed ancora molto ancora!

Leggere le statistiche su WordPress con Slim Stat Analytics

Slim Stat è perfettamente compatibile con i plugin di caching più famosi, come W3 Total Cache e WP Super Cache, e con sistemi come CloudFlare. Permette inoltre, tramite le shortcodes, di inserire widget relativi ai dati statistici del tuo sito nella dashboard o direttamente in pagine ed articoli. Per finire, ecco un interessante video che mostra alcune fasi relative all'installazione e la configurazione del plugin.

Jetpack by WordPress – L'ultimo plugin che mi sento segnalarti, anche se in realtà ne esistono molti altri, è il famoso Jetpack. Questo strumento, oltre ad integrare al proprio interno numerose funzionalità per migliorare le performance, aumentare la sicurezza e l'integrazione con i social network (ed ancora molto altro), offre anche la possibilità di monitorare le statistiche di WordPress e conoscere accuratamente informazioni sul traffico del proprio blog. Per attivare questa funzione, dopo aver installato Jetpack, non devi far altro che andare nella pagina delle impostazioni ed alla voce Stats & Traffic Tools e connettere il tuo account a WordPress.com.

Statistiche su WordPress con il plugin Jetpack

Dopodichè, avrai accesso a statistiche e report dettagliati su tutto quello è possibile misurare; mi riferisco a visitatori, pagine viste, dispositivi mobili e sistema operativo usato dagli utenti, termini più ricercati, paesi di provenienza, geolocalizzazione del traffico e molto altri ancora!

Conclusioni

E' tutto, nell'articolo di oggi abbiamo visto come monitorare le statistiche di WordPress tramite alcuni plugin davvero interessanti. Strumenti, che possono appoggiarsi al servizio Analytics offerto da Google, oppure funzionare in modo indipendente, come gli ultimi due. E tu quali preferisci? Conosci altri plugin validi da aggiungere alla lista? Segnalaceli lasciando un commento. Alla prossima!