Stai cercando di velocizzare il caricamento del tuo blog? Scopri insieme a noi il miglior plugin cache WordPress!

Attenzione: la lentezza del tuo sito web potrebbe nuocere gravemente al successo della tua attività online. E' proprio per questo motivo che nell'articolo di oggi voglio dirti qual è il miglior plugin cache WordPress, grazie al quale potrai evitare di intossicare la pazienza dei tuoi utenti con pagine dal caricamento infinito, che molto probabilmente li spingeranno con il passare del tempo ad abbandonare il tuo portale, rivolgendosi a qualcun altro. Vorresti scansare l'eventualità di perdere clienti o visite per via di un sito che impiega ere geologiche per mostrare le sue pagine ed i suoi contenuti ai tuoi visitatori? Non preoccuparti, perché WordPress ti mette a disposizione tutto ciò di cui hai bisogno per velocizzare il tuo sito web! Vediamo dunque, gli strumenti più interessanti da poter utilizzare.

Cos'è la cache?

Prima di passare alle migliori estensioni per velocizzare il caricamento delle pagine su WordPress, occorre capire cos'è la cache. Si tratta, nello specifico, di un'area fisica della memoria di un server o computer, adibita al salvataggio delle informazioni scaricate di recente da un browser: in altre parole, quando un utente visita una pagina, il browser salva in automatico una serie di file per velocizzare un futuro caricamento della stessa.

Potremmo dire che la logica utilizzata dai plugin cache per WordPress è molto simile: queste estensioni, infatti, generano una pagina HTML che racchiude in sé tutte le funzioni PHP utilizzate dal CMS, e che normalmente richiederebbero l'utilizzo di tantissime risorse lato server. Una volta arrivata la prima richiesta da un utente, il plugin salva questa pagina sulla cache del server e successivamente la spedisce agli altri utenti che tenteranno di caricarla: il risultato? Un risparmio di tempo eccezionale.

Miglior plugin cache WordPress: scopriamo chi vince!

Fatta questa doverosa premessa, è giusto sottolineare che WordPress ti mette a disposizione una valanga di plugin per ottimizzare la cache: il segreto sta nel capire quali sono i migliori. Ma non è solo una questione di cache; ormai questa tipologia di strumenti includono anche molte altre funzionalità per ottimizzare al massimo il tuo sito, come la compressione di javascript e css, l'integrazione con i CDN, la richiesta delle immagini solo quando servono (tecnica chiamata “lazy load“) ed ancora molto altro. In pratica sono diventati degli strumenti “tutto in uno”, come dei tool più completi per la completa ottimizzazione del blog.

E' proprio questo che rappresenta WP Rocket, il primo che andremo a vedere.

WP Rocket

Nella lista dei migliori plugin cache per WordPress non può assolutamente mancare WP Rocket; si tratta di un plugin davvero eccezionale, grazie al quale ottimizzare il tuo blog in pochi istanti e con qualche click, senza il minimo sforzo. Il motivo? Questa estensione è estremamente semplice da utilizzare, anche se sei un utente alle prime armi che non ama smanettare con mille impostazioni complesse, puoi utilizzarla senza problemi. Ma come funziona? Dopo aver installato WP Rocket, dalle impostazioni del plugin potrai attivare una marea di opzioni (rischi davvero di perderti dentro!). Ma diamo uno sguardo alle caratteristiche principali:

  • Crea la cache delle tue pagine web
  • Pre-caricamento della cache (con un click!)
  • Compressione dei file statici (javascript, css, html)
  • Immagini su richiesta (le immagini saranno caricate solo quando servono)
  • Pre-caricamento della Sitemap
  • Compressione Gzip
  • Cache del browser
  • Ottimizzazione del database
  • Ottimizzazione dei Google Fonts
  • Rimozione delle query string dalle risorse statiche
  • Caricamento javascript differito
  • Integrazione con CDN e CloudFlare
  • …ed ancora altro

Come vedi, stiamo parlando di uno strumento davvero favoloso. Con un impiego di risorse e di tempo minimo, avrai dei risultati stupefacenti e soprattutto immediati!

[clickToTweet tweet=”Vuoi mettere il turbo al tuo sito #WordPress? Prova #WPRocket!” quote=”Vuoi ottimizzare al massimo i tempi di caricamento del tuo sito WordPress? Prova WP Rocket, il miglior plugin cache WordPress!”]

L'unico svantaggio? E' a pagamento. Per il resto, WP Rocket rientra di merito nella lista dei migliori plugin cache WordPress.

Se cerchi maggiori informazioni leggi la nostra recensione su WP Rocket, con caratteristiche, test e prezzi. Clicca qui!

W3 Total Cache

Impossibile non segnalare nella nostra raccolta uno dei plugin per la cache più popolari, sto parlando di W3 Total Cache. Installato su più di un milione di siti web rappresenta un'alternativa più che valida a WP Rocket, gratuita, ma più complessa da configurare e da monitorare attentamente, per non incorrere in spiacevoli sorprese. Alcune sue funzioni, come il Minify potrebbero “rompere” il layout e creare problemi per la corretta visualizzazione del tuo sito. Attenzione dunque alla sua configurazione, soprattutto se non sei un utente esperto.

Uno dei principali punti di forza di W3 Total Cache è la ricchezza di opzioni; aspetto che se da una parte può rendere felici gli smanettoni ed i programmatori, dall'altra può mandare in crisi e rendere meno entusiasti utenti meno pratici. Questo strumento ti consente di attivare la cache sul tuo blog e di gestirne ogni minimo aspetto, integrandola perfettamente con software avanzati per il caching, come Memcached, APC o XCache (se disponibili sul tuo piano hosting), incrementando al massimo le prestazioni. Il plugin è compatibile con qualsiasi soluzioni hosting (condiviso, server virtuale, server dedicati) ma chiaramente da il meglio di su vps e dedicati; sui piani condivisi a volte potrebbe rivelarsi meno efficace. Principali caratteristiche:

  • Supporto CDN integrato
  • Compatibile con WooCommerce
  • Supporto Google AMP
  • Possibilità di caching tramite disco o memoria
  • Browser caching
  • Database caching
  • Integrazione e supporto per CloudFlare, New Relic, etc
  • Integrazione reverse proxy con Nginx o Varnish

Svantaggi

  • Complesso da configurare
  • Poco user-friendly come interfaccia
  • Funzione del Minify poco pratica e funzionale (spesso rompe il layout del sito)

Sei in difficoltà e cerchi una guida per la configurazione di W3 Total Cache? Clicca qui e leggi i nostri consigli.

WP Super Cache

Cerchi ancora il miglior plugin cache WordPress? Un'altra alternativa di tutto rispetto è rappresentata sicuramente da WP Super Cache, probabilmente il più conosciuto e sulla cresta dell'onda da molti anni. Installato su più di 2 milioni di siti web risulta essere a differenza del suo principale rivale, W3 Total Cache, molto più semplice da configurare ed attivare su un sito. Il plugin consente di generare file statici HTML che saranno serviti agli utenti, evitando di processare i più pesanti script PHP di WordPress. I file HTML possono essere creati in 3 modi: Mod_Rewrite, PHP Caching o Legacy Caching. Sono presenti inoltre opzioni per attivare la compressione Gzip, non servire le pagine HTML agli utenti conosciuti, pre-carica della cache e completo supporto per i CDN. Riepilogando:

  • Semplice da configurare
  • Supporto per i CDN (Content Delivery Network)
  • Possibilità di pre-caricare i contenuti
  • Opzione “Garbage Collection” per la pulizia dei file cache datati

Svantaggi

  • Non compatibile con alcuni plugin
  • La funzione Garbage Collection a volte fa le bizze
  • Mancanza opzioni per la compressione del file statici ed il lazy load
  • Mancata integrazione con CloudFlare

Hai installato WP Super Cache sul tuo sito WordPress ma stai avendo problemi con la configurazione? Leggi la nostra guida, sono certo che ti sarà di aiuto!

[clickToTweet tweet=”Cerchi il miglior plugin cache WordPress? Scopri il vincitore!” quote=”Il miglior plugin cache WordPress? Scopri qual è e metti il turbo al tuo blog!”]

WP Fatest Cache

WP Fatest Cache è un plugin cache WordPress davvero interessante, che negli ultimi anni ha riscosso un certo successo ed attualmente, risulta essere installato su più di 500.000 siti web. Consente di creare delle pagine statiche per ridurre le query al server ed inoltre, offre svariate opzioni come quella per comprimere i file html, javascript e css, riducendo le dimensioni e migliorando i tempi di caricamento. Il plugin ha poi altre funzionalità per combinare file statici, attivare la compressione gzip, attivare la cache del browser, e supporta perfettamente con l'integrazione con i servizi CDN più famosi, quali MaxCDN, Photon, CloudFlare, etc.

Cache Enabler

Ultimo, ma sicuramente non per la mancanza di efficacia è Cache Enabler, probabilmente il più “giovane” dei plugin cache per WordPress. Si tratta di uno strumento realizzato direttamente dal team di KeyCDN, il noto Content Delivery Network, che sta riscuotendo un ottimo successo in rete, come dimostra il punteggio medio di 4,6 su 5 nella repository di WordPress, con ben 10.000 installazioni attive. Il plugin è semplicissimo da installare e configurare e non richiede particolari conoscenze per le impostazioni (a differenza di W3 Total Cache), e consente di creare copie statiche in HTML delle tue pagine del tuo sito, conservandole sul server e servendole direttamente agli utenti ogni volta che sono richieste. Cache Enabler è uno pochi plugin a fornire il supporto per il nuovo formato di immagini webP, combinato con il plugin per Optimus. E' perfettamente compatibile anche con Autoptimize ed il protocollo HTTP/2.

Miglior plugin cache WordPress: Chi vince?

A mio avviso il vincitore è senza dubbio WP Rocket. Noi utilizziamo sul nostro sito da anni ed è nettamente una spanna sopra i suoi rivali.

Oltre ad essere semplicissimo da configurare, è quello in grado di offrire prestazioni migliori in grado di mettere il turbo al tuo blog; probabilmente non lo riconoscerai nemmeno più! Questo strumento consente di ottimizzare praticamente tutti gli aspetti relativi alle performance, dalla cache, all'ottimizzazione dei javascript, dei css, dei google font, al lazy load di immagini e video, al precaricamento della sitemap, offre inoltre opzioni per l'integrazione e l'ottimizzazione di un CDN (Content Delivery Network), CloudFlare, Varnish Cache, del database MySQL. Ed infine, con un click puoi esportare ed importare le tue impostazioni, cancellare e precaricare la cache. Non ultimo per importanza, la possibilità di contare su un eccellente supporto tecnico per qualsiasi problema, che con una frequenza da primato rilascia nuovi aggiornamenti per migliorare ulteriormente le prestazioni e spesso introduce nuove “features“. Unico difetto di questo plugin? Come tutte le cose migliori, è a pagamento. Una spesa che però ritengo ragionevole, considerando quanto questo plugin offra, soprattutto in termini di “risultati e tempo risparmiato“. Mi riferisco al tempo che c'è da perdere ad esempio, per configurare plugin come W3 Total Cache, particolarmente complesso soprattutto per gli utenti meno esperti, o a tutti coloro che preferiscono dedicare le loro risorse alla gestione del sito ed alla creazione dei contenuti.

L'importanza di velocizzare il tuo sito

Sai che le pagine lente hanno un'esperienza negativa per i tuoi utenti? Questo si traduce in meno visite ed aumento della frequenza di rimbalzo, chiamata anche “bounce rate“.

Sono sempre di più gli studi che dimostrano quanto la velocità di un sito sia importante, e non a caso è diventata anche per Google uno dei fattori di ranking. Ti mostro qualche dato più preciso:

  • Il 47% degli utenti si aspetta che una pagina web si apra in meno di 2 secondi
  • Il 40% di loro inizia ad abbandonare un sito dopo 3 secondi di attesa
  • Un sito lento comporta anche una diminuzione delle conversioni ed una cattiva UX (User Experience)
  • La lentezza delle pagina web può influenzare negativamente l'indicizzazione del tuo sito ed il suo posizionamento

Come vedi, parliamo di dati troppo importanti per sottovalutarli. Per maggiori informazioni sull'importanza di avere un sito web, ti consiglio la lettura di questo interessante articolo.

Conclusioni

E' tutto, nell'articolo di oggi abbiamo visto qual è il miglior plugin cache WordPress, così da velocizzare enormemente il caricamento delle pagine del tuo sito: un ottimo sistema per migliorare anche il posizionamento su Google e per fare contenti i tuoi visitatori, rendendo la navigazione sul sito più rapida e piacevole. E tu cosa ne pensi? Qual è il tuo plugin cache preferito? Ne conosci altre da aggiungere al nostro elenco?

Mi auguro che la guida abbia chiarito i tuoi dubbi sull'argomento, per qualsiasi dubbio contattaci direttamente o lascia un commento. Se l'articolo ti è piaciuto continua a seguirci sul blog, in alternativa ci trovi anche su Facebook o Twitter.