Questo articolo è stato aggiornato in data:

Come molti di voi già sapranno, con la recente decisione dell'ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers) sono stati liberalizzati i nomi dei domini di primo livello.

Questo significa, che dall'anno prossimo, oltre alle 22 estensioni standard (com, net, etc) ed alle 250 geografiche (it, fr, etc) ci saranno suffissi per nuovi domini costituiti praticamente da qualsiasi parola. Il cambiamento consentirà alle aziende di registrare i domini con il proprio nome o marchio (ad esempio .microsoft, .google, e così via).

La procedura prevede che solo i legittimi proprietari di brand potranno ottenere l’assegnazione dei domini, mentre nella domanda di registrazione del dominio aziende ed organizzazioni dovranno aggiungere i propri dettagli tecnici e finanziari, oltre che spiegare come intendono utilizzare il dominio. Qualora ci siano due organizzazioni che richiedano legittimamente un dominio, questo verrà concesso al migliore offerente tramite un’apposita asta.

Ogni richiesta, inoltre, avrà un costo pari a 185.000 dollari, cifra considerevole che secondo l'ICAAN scoraggerà eventuali malintenzionati dall'organizzare truffe registrando nomi di dominio simili a quelli di grandi aziende.

Via libera dunque alla creatività per accaparrarsi i domini più fantasiosi e interessanti della Rete!