Questo articolo è stato aggiornato il

Molti utenti in Rete si lamentano circa la lentezza di caricamento e di apertura delle pagine di un sito web, e in tanti di questi casi, non si arriva facilmente a capirne le cause.

Di solito, l'indiziato maggiore è sempre il nostro Provider Hosting; vediamo in questo articolo, le possibile cause che provocano una certa lentezza, approndendo allo stesso tempo, il significato di “latenza“.

La latenza indica il tempo necessario per raggiungere il server che ospita un determinato sito web, una volta che questo viene richiesto dai visitatori. Essa dipende, da diversi parametri, quali dalla qualità della linea del Provider Hosting e da quella dell'utente.

Effettuando un normale “ping” di un sito web, è possibile notare alla voce “Response Time” (o solo Time), il tempo in millisecondi necessario per raggiungere un dominio. Successivamente, la richiesta viene instradata tramite una serie di “hop” (ovvero router nella rete che vengono attraversati per raggiungere infine quelli “davanti” ai server di un sito).

Più un sito web è distante da noi, più il valore della latenza aumenta. La connessione verso un sito situato negli Stati Uniti o dall'altra parte del mondo, risulterà quasi sempre più lenta, rispetto ad un sito in Italia.

Ecco uno dei motivi fondamentali, per cui è consigliato scegliere un Provider Hosting con server vicini alla nostra posizione, ed al target degli utenti. E' controproducente, per un sito italiano che punta ad un target di visitatori/lettori italiani, scegliere un Hosting con server negli USA. Questo problema però, è diminuito grazie all'arrivo dei CDN (Content Delivery Network), che consentono la distribuzione di contenuti (file, testi, etc) in più località del mondo, rendendo più veloce e rapida la consultazione e la lettura da qualunque luogo.

Ecco alcuni articoli riguardanti i Content Delivery Network:

Per concludere, è bene dire che la latenza è un fattore che può diventare importante, ma non è detto al 100%. Va controllata la distanza, vanno fatti test, per capire effettivamente se e quanto può incidere sulle prestazioni. Al giorno d'oggi, un sito italiano con data center in Olanda o Germania, probabilmente non avrà alcun problema di latenza, grazie a linee di interscambio di ottima qualità.