Cerchi una guida per CloudFlare? Sei nel posto giusto! Ti spiego come attivare CloudFlare sul tuo sito web.

Avete mai sentito parlare di Cloudflare? CloudFlare è un servizio che funziona da Reverse Proxy, che utilizza una CDN (Content Delivery Network) con 12 nodi nel mondo (di recente ne sono stati aggiunti degli altri) per fare caching dei contenuti, ovvero fa in modo di servire le pagine del vostro sito web più velocemente, in base alla posizione dei vostri visitatori.

In più Cloudflare, offre altre funzioni, quali: antispam, difesa dagli attacchi DDos, statistiche dettagliate sul traffico risparmiato, sui visitatori unici, sui bot e crawler.

Cloudflare offre una versione free del servizio (tranne alcune limitazioni), con le statistiche aggiornate ogni 24 ore circa. Inoltre è disponibile un “Piano Pro” al costo di 20$ al mese più 5$ per ogni nuovo sito aggiunto.

Come utilizzare Cloudflare?

Prima di tutto collegatevi al sito ufficiale di Cloudflare, registratevi e create un vostro account da questa pagina. Basterà inserire un indirizzo e-mail, un nickname ed una password.

Dopodichè, andate alla voce “Websites“, inserite il nome del vostro dominio e premete su “Add Domain” (come nell'immagine in basso).

Guida Cloudflare

Successivamente partirà un video della durata di circa 60 secondi, durante il quale verrà effettuata una scansione dei vostri DNS che verranno copiati presso l'infrastruttura di Cloudflare. Una volta che la ricerca è terminate, cliccate su “Continue to Step 2“.

Guida Cloudflare

Nella prossima schermata, visualizzerete l'elenco riassunto dei vostri Record DNS (già copiati presso l'infrastruttura di Cloudflare). Controllate i vari Record, e nel caso vogliate effettuare delle modifiche utilizzate i tasti “Edit/Remove” situati sulla destra di ogni Record.

Guida Cloudflare

Dopo aver controllato i vostri Record DNS, procedete avanti cliccando in basso su “I’m done checking my DNS records, continue“.

Ora non vi resta che andare sul vostro Domain Registrar, ed aggiornare i vostri Name Server, utilizzando quelli di Cloudflare. Nell'ultima schermata infatti vedrete i Name Server che state utilizzando al momento, e quelli che dovete impostare per iniziare ad utilizzare Cloudflare.

Guida Cloudflare

Ovviamente, una volta impostati i nuovi Name Server, saranno necessarie circa 24 ore per attendere la propagazione dei nuovi NS.

Una volta che avete iniziato ad utilizzare Cloudflare, potete visualizzare tutte le statistiche collegandovi al sito ufficiale, ed andando in “Dashboards – Analytics“. (Nel servizio free, le statistiche sono aggiornate ogni 24h circa, mentre in quello Pro sono in tempo reale).

Prossimamente vedremo nello specifico tutte le opzioni di configurazione che Cloudflare offre nella versione free. Alla prossima!

Conclusioni: CloudFlare è un buon servizio, sicuramente interessante a livello di sicurezza ed opzioni per l'ottimizzazione di un sito web, javascript/css/immagini. Riguardo le performance, non sono sicuro che velocizzi i siti che hanno data center in Italia o Europa; risulta invece più veloce nei casi in cui il tuo Hosting abbia data center negli USA o altre zone al di fuori dell'Europa.