Questo articolo è stato aggiornato in data:

Il file hosts, presente in tutti sistemi operativi, consente di definire le associazioni tra indirizzi IP e domini.

Grazie ai dati inseriti nel file, il browser non dovrà aspettare la risoluzione del dominio internet, operazione effettuata dai server DNS (Domain Name Server) dislocati in tutto il mondo, ma potrà collegarsi direttamente al sito.

PERCHE’ MODIFICARE IL FILE HOSTS?

Cosa centra il file hosts con l’Hosting penserai? Centra eccome! La modifica del file hosts può risultare utile in varie casi, uno dei quali è durante il trasferimento di un dominio o un sito internet. Grazie infatti, all’inserimento di alcune semplici righe all’interno del file sarà possibile visualizzare e collegarsi al sito sul nuovo hosting, prima ancora che siano trascorsi i tempi tecnici per il trasferimento del dominio e che i DNS siano cambiati.

Ecco quindi, perchè è molto utile imparare come modificare il file hosts; prima o poi a tutti capiterà di trasferire il proprio dominio su un nuovo Hosting ed in quel caso, testare il sito prima di trasferirlo, anticipare alcune configurazioni e verificarne il corretto funzionamento sono operazioni estremamente importanti.

DOVE SI TROVA IL FILE HOSTS?

La posizione del file hosts dipende dal sistema operativo che stai utilizzando. Vediamo in linea di massima, come può variare:

  • Windows – SystemRoot > system32 > drivers > etc > hosts
  • Linux – /etc/hosts
  • Mac OS X – /private/etc/hosts

IL FILE HOSTS ORIGINALE

A meno di modifiche, il contenuto originale del file hosts è il seguente:

# Copyright (c) 1993-1999 Microsoft Corp.
#
# File HOSTS di esempio utilizzato da Microsoft TCP/IP per Windows.
#
# Questo file contiene i mapping degli indirizzi IP ai nomi host. Ogni voce
# deve essere mantenuta in una singola riga. L'indirizzo IP deve
# essere inserito nella prima colonna seguita dal corrispondente nome host.
# L'indirizzo IP e il nome host devono essere separati da almeno uno
# spazio.
#
# Inoltre i commenti (come questi) possono essere inseriti su linee
# individuali o dopo il nome della macchina indicata da un simbolo '#'.
#
# Ad esempio: 
#
#      102.54.94.97     rhino.acme.com          # server di origine
#       38.25.63.10     x.acme.com              # x client host

127.0.0.1       localhost

COME MODIFICARE IL FILE HOSTS?

Vediamo ora, come modificare il file hosts per poter accedere al tuo sito web. La riga da aggiungere è questa:

1.2.3.4 domain.com www.domain.com

Ovviamente, devi sostituire:

  • “1.2.3.4” con l’indirizzo IP principale del tuo sito web
  • “domain.com” con il nome vero del tuo dominio

La riga va aggiunta alla fine del file, dopodichè salva la modifica e chiudi il file. Ecco fatto! Se non riesci a vedere correttamente il tuo sito, assicurati di cancellare cache e cookie del browser di navigazione e riprova. Ora dovrebbe funzionare!

PROBLEMI CON WINDOWS 7 E 8?

E’ probabile che tu possa avere difficoltà con Windows 7 ed 8, riguardanti il livello di accesso per modificare il file hosts. Per risolvere, assicurati di aprire il file con i “privilegi da amministratore“. Vai sul Desktop, cerca il Notepad, clicca col tasto destro del mouse sull’icona e scegli la voce “Esegui come amministratore“.