Questo articolo è stato aggiornato il

Non sai come indicizzare un sito su Google, Bing e gli altri motori di ricerca? Scopri cosa significa e come si fa.

Cerchi informazioni su come indicizzare un sito su Google? Hai appena finito di creare il tuo nuovo blog e non vedi l’ora che tutte le pagine siano inserite nei risultati (SERP) dei motori di ricerca? Se le risposte a queste domande sono affermative allora sei nel posto giusto. In questo articolo ti spiegherò infatti come accelerare il processo di indicizzazione di un sito, in modo che in breve tempo tutti i contenuti del tuo sito siano presenti nei risultati delle ricerche su Google.

Sei pronto per approfondire l’argomento? Allora mettiti comodo e cerca di seguire la nostra guida. Non è nulla di complicato, ma con la SEO devi fare attenzione ed avere una certa pazienza. Spesso, non otterrai subito i risultati sperati. Indicizzare un sito è solo il primo passo; dopo dovrai cercare di ottimizzare al meglio i tuoi contenuti e migliorare il posizionamento delle keyword sui motori di ricerca. Come vedi, siamo appena all’inizio! Prima di addentrarci nella guida però, vorrei chiarire meglio alcuni termini e concetti, con cui spesso si tende a fare un po’ di confusione.

DIFFERENZA TRA INDICIZZAZIONE E POSIZIONAMENTO

Qual è la differenza tra indicizzazione e posizionamento? Scopriamola subito, perché a differenza di molti (che pensano siano sinonimi), tra questi due termini c’è una bella differenza.

Per indicizzazione, si intende il processo tramite il quale un sito web diventa visibile nei risultati di un qualunque motore di ricerca (Google, Bing, etc), indipendentemente dalla posizione ottenuta. Per posizionamento invece, come suggerisce già il termine, si intende la posizione che un sito riesce ad ottenere nella SERP dei motori di ricerca. Quando si sente dire, “migliorare il posizionamento“, ci si riferisce proprio a quello: ottimizzare una serie di fattori di un sito, affinchè lo stesso ottenga migliori piazzamenti sui motori di ricerca. Ora il concetto ti è più chiaro?

MA COSA SIGNIFICA INDICIZZARE UN SITO?

Hai capito quindi il significato di questo termine? Vuol dire in pratica rendere un sito visibile agli occhi di Google, mettere a disposizione tutti i contenuti del tuo sito tra i risultati delle ricerche sui motori di ricerca. Anche se generalmente l’indicizzazione di un sito avviene automaticamente, ci possono essere dei casi dove essa non avviene o è piuttosto lenta; qui di seguito ti spiegherò una serie di metodi di accelerare questo processo ed indicizzare velocemente il tuo sito, su Google, il motore di ricerca “per eccellenza“, il più usato in assoluto, ma anche su Bing e gli altri.

COME INDICIZZARE UN SITO SU GOOGLE?

Per segnalare il tuo sito a Google, devi collegarti a questa pagina e compilare il modulo che ti viene proposto digitando l’indirizzo dell’home page del sito nel campo URL (comprensiva del prefisso http, es. http://www.tuosito.it/) e se vuoi, una breve descrizione di quest’ultimo nel campo Commenti. Dopodiché, clicca sul pulsante Aggiungi URL e invia la tua segnalazione a Google (che in tempi brevi dovrebbe includere il tuo sito nel suo indice). Piuttosto facile non trovi?

Segnalare URL Google

COME SI INDICIZZA UN SITO SU BING?

Per segnalare un sito a Bing, puoi sfruttare il servizio Strumenti di Bing Webmaster, ovvero una serie di strumenti per la gestione di siti web. Per farlo, collegati a questa pagina e premi sul link Iscriviti, eseguendo il login tramite il tuo account Microsoft, Google o Facebook. Se invece sei già iscritto premi sul pulsante verde Accedi per eseguire l’accesso. Ora, in alto a sinistra, inserisci l’URL della tua homepage nel campo Aggiungi Sito, premi sul pulsante Aggiungi, e compila il modulo visualizzato inserendo anche l’URL della Sitemap e le altre informazioni richieste. Dopo, ricordati di spuntare le caselle relative all’accettazione delle comunicazioni riguardanti eventuali errori di indicizzazione del tuo sito, e, per concludere, premi sul pulsante Salva.

Ci siamo quasi, non temere! L’ultima passaggio da effettuare per Bing è quello per la verifica della proprietà del tuo sito. Per farlo, devi semplicemente scaricare il file .xml che vedi nella pagina su Bing, e caricarlo via FTP sul tuo sito in modo che sia visibile all’indirizzo “http://www.tuosito.it/BingSiteAuth.xml“. Assicurati che il file sia correttamente caricato provando ad aprire l’URL in questione, e successivamente premi sul bottone Verifica completando la procedura per l’indicizzazione del sito.

COME INDICIZZARE UN SITO USANDO LA GSC (GOOGLE SEARCH CONSOLE)

Un altro metodo valido per l’indicizzazione di un sito, è quello di creare innanzitutto un account Gmail e di registrare il proprio sito alla GSC, la famosa Google Search Console (che fino a poco tempo fa si chiamava Strumenti per Webmaster). Entrato nel sistema, non devi far altro che aggiungere l’URL del sito e dopo pochi giorni, avrai accesso ad una marea di informazioni relative al tuo sito web, quali: stato dell’indicizzazione, pagine indicizzate, query più richieste, tempi di caricamento delle tue pagine, sitemap, etc. Per utilizzare a pieno questo servizio, devi però procedere alla verifica della proprietà del sito; hai due opzioni per farlo, l’inserimento di un codice HTML all’interno delle pagine del tuo sito o il caricamento di un file HTML sul server.

Sempre tramite la Google Search Console, se hai appena creato un nuovo sito o hai aggiunto degli articoli al tuo blog, puoi richiedere a Google la scansione inviando l’URL in questione. Per farlo, accedi prima di tutto alla console di Google, dopo vai in Scansione e clicca sulla voce Visualizza come Google. Ora, scrivi l’URL che vuoi inviare a Google (il dominio è già inserito, aggiungi solo il link dopo lo slash), clicca su Recupera ed infine, nella tendina che si apre, effettua la verifica CAPTCHA per dimostrare che non sei un robot, e premi su Invia all’indice.

Puoi utilizzare questa funzione sia per l’invio di URL singoli (un articolo, una pagina), che per richiedere la scansione (e dunque, la successiva indicizzazione) di tutto un dominio, non inserendo nulla nell’URL ed inviando quello base (es. http://www.miosito.it/), già inserito di default dal sistema.

CREA UNA SITEMAP 

Se vuoi indicizzare un sito su Google, è di fondamentale importanza creare un Sitemap. La Sitemap non è altro che un documento, solitamente in formato .XML, che al suo interno contiene una lista di tutte le pagine presenti su un sito. La creazione di questo file è importante perché consente al motore di ricerca tutte le pagine di un blog, alcune delle quali potrebbero non essere individuate durante una normale scansione dei crawler (software dei motori di ricerca che hanno il compito di effettuare la scansione dei siti utile per la successiva indicizzazione).

Tra gli strumenti online più utilizzati in rete ti consiglio di provare XML Sitemap o in alternativa Free Sitemap Generator.

COME INDICIZZARE UN SITO WORDPRESS

Se hai appena creato il tuo blog WordPress ma non sai come indicizzarlo su Google, puoi utilizzare gli stessi metodi descritti fin qui. In aggiunta, puoi utilizzare dei plugin specifici per creare la Sitemap, non sai quali? Clicca qui per la guida. In alternativa, ti suggerisco di usare Yoast SEO, il miglior plugin SEO per WordPress, grazie al quale potrai generare in pochi secondi una Sitemap completa del tuo sito ed inviarla a Google e gli altri motori di ricerca. Il plugin, consente inoltre, anche di collegare il proprio sito alla Google Search Console. Per farlo, una volta installato ed attivato, vai in SEOConsole di Ricerca; clicca ora su Ricevi codice di autorizzazione di Google, inseriscilo nel campo sottostante ed infine clicca su Autenticati.

Collegare Yoast SEO con GSC

USARE IL GUEST BLOGGING

I link naturali da sempre hanno avuto un grande impatto (ovviamente positivo), in ambito SEO ed a favore del sito web che viene citato. Anche per indicizzare un sito, questa tecnica può risultare molto valida. Se il tuo sito è nuovo e punti ad indicizzarlo velocemente, prova a prendere in considerazione l’idea di scrivere qualche Guest Post, ovvero un articolo completamente realizzato da noi ma pubblicato su un altro sito (preferibilmente a tema con il tuo), con in cambio un link verso il blog. Il Guest Blogging è una pratica molto usata, che ha avuto un vero e proprio boom negli ultimi anni; mi raccomando, se decidi di attuarla assicurati di pubblicare i tuoi contenuti su siti fidati e di una certa qualità.

CREA UNA FAN PAGE SUI SOCIAL NEWORK

Chi oggi non utilizza un canale Social? E quale miglior modo di accelerare l’indicizzazione del tuo sito sfruttando i Social Network? Come ti ho spiegato, i bot dei motori di ricerca effettuando la scansione dei siti seguendo i link. Ecco dunque, perché ti consiglio di creare per il sito una pagina fan su tutti i canali Social più popolari (Twitter, Facebook, Linkedin, Google Plus, etc), ed iniziare a condividere i tuoi contenuti immediatamente. Inserisci inoltre, una breve descrizione del tuo sito con un link diretto all’homepage.

Questo ti aiuterà sicuramente ad indicizzare il tuo sito più velocemente. Non ci credi? Prova!

[click_to_tweet tweet=”Scopri come indicizzare un sito su Google più velocemente!” quote=”Come indicizzare un sito su Google più velocemente!”]

COME VEDERE SE UN SITO E’ INDICIZZATO SU GOOGLE?

Hai seguito i nostri consigli ma non sai come verificare se il tuo sito è indicizzato su Google? Semplicissimo. Prova a cercare l’URL del sito o di una qualunque pagina su Google; se compare tra i risultati vorrà dire che è stato indicizzato. In caso contrario, non è indicizzato, pertanto prova ad attendere ancora qualche giorno o invia l’URL tramite la funzione Visualizza come Google nella Google Search Console. Ricorda di non abusare di questo strumento, la segnalazione va fatta una sola volta; non sempre Google indicizza in breve tempo una pagina web; a volte ci potrebbe mettere poche ore o 1 giorno, altre qualche giorno in più.

CONCLUSIONE

E’ tutto, nell’articolo di oggi abbiamo visto come indicizzare un sito su Google, Bing, un blog WordPress. Un processo fondamentale, che consentirà al tuo sito di apparire su Google, e che grazi ai consigli visti oggi, velocizzerà questa procedura. Ricorda inoltre, che strumenti come la Google Search Console ti saranno utili anche in futuro, perché ti daranno la possibilità di avere una panoramica generale sull’andamento del tuo sito, su come gli utenti arrivano sul tuo blog, cosa cercano, e soprattutto, ti permetterà in molti casi di individuare rapidamente problemi, come link dannosi verso il tuo dominio, il caricamento lento delle tue pagine, etc.

E dopo l’indicizzazione del tuo sito su Google? Il passo successivo, sarà sicuramente quello di ottimizzare al meglio i tuoi contenuti cercando di ottenere un buon posizionamento. Ma di questo, ci occuperemo nel prossimo articolo! Per qualsiasi domanda o dubbio, lascia un commento.

Se l’articolo ti è piaciuto ed ha chiarito i tuoi dubbi, continua a seguirci sul blog, in alternativa ci trovi anche su Facebook e Twitter.